Aiuta te stesso

Come aiutarsi in caso di Ipoacusia

L’ipoacusia è una malattia cronica fra le più frequenti nella vita e può lentamente causare pesanti ripercussioni sulla vita sociale, economica e privata delle persone. Quindi tende a isolare le persone dagli amici e dalla famiglia perché diminuisce la capacità di comunicare. Perché chi soffre di acufene ha un calo nell’udito, e questo ronzio potrebbe causare un’incapacità di sentire cosa dicono gli altri. Importante è un intervento precoce di riabilitazione e terapia.

Ecco alcuni consigli per aiutare te stesso in caso di calo uditivo:

Sii positivo e sii paziente
Sii gentile con te stesso e i tuoi cari
Trova modi per eliminare o ridurre lo stress e l’ansia
Accetta e cerca soluzioni per ridurre il problema
Presta attenzione a cosa mangi, quindi elimina gli alimenti che possono aggravare il ronzio alle orecchie (cibi grassi, o molto salati)
Evitare i suoni alti e i luoghi rumorosi
Riposare sufficientemente
Non interrompere un trattamento perché non vedi risultati immediati, in quanto potrebbero richiedere del tempo per avere risultati positivi
Non bisogna creare aspettative negative sugli acufeni, bensì è necessario contribuire a raggiungere un miglioramento
Bisogna trovare un aiuto e un sostegno da persone che possono capire, affrontare e risolvere il tuo problema
Devi continuare a cercare informazioni affidabili

Sono pronto per l’apparecchio acustico?

apparecchi acusticiMolte persone si domandano perché ad una certa età bisogna utilizzare l’apparecchio acustico, la risposta è sempre la stessa perché la sordità può rendere la vita quotidiana di una persona impossibile, come ad esempio isolarsi dal resto del mondo, non poter svolgere le diverse attività che un tempo le piacevano oppure dover ripetere molte volte le stesse cose. Ciò potrebbe essere una frustrazione e coinvolgere negativamente la famiglia e gli amici. La maggior parte delle persone non sa bene cosa aspettarsi dall’apparecchio acustico, per colpa di alcuni pregiudizi dovuti da alcune esperienze fatte in passato con apparecchi di vecchio tipo, ingombranti e fastidiosi, cosa che potrebbe influenzare negativamente l’opinione di molti. Infatti oggi gli apparecchi acustici sono completamente diversi da quelli precedenti, sia per l’aspetto estetico che tecnologico per essere adattabili alle diverse esigenze e arricchire il suo mondo di scoperte, stimoli e nuove opportunità. Ma soprattutto la persona deve abituarsi all’apparecchio acustico e questo può richiedere giorni o addirittura alcuni mesi, tutto dipende dalla sua perdita uditiva, dal tipo di apparecchio che indossa e poi ovviamente dalla sua capacità di adattamento, per poter poi essere pronto e convinto di indossarlo. Per questo è molto importante aiutare chi ha problemi di udito anche con un supporto psicologico ed è sicuramente la cosa giusta da fare anche se a volte non è semplice.