Aspartame: un sostituto dello zucchero che causa l’acufene?

Acufene-e-aspartame

Attenzione a ciò che mangi: gli alimenti che contengono aspartame potrebbero essere la causa dell’acufene.

Sempre più italiani stanno acquisendo l’abitudine di inserire nella propria alimentazione cibi senza zucchero. In realtà questi alimenti contengono sostituti artificiali dello zucchero che non sono una valida alternativa allo zucchero naturale, poiché causano effetti collaterali al nostro cervello e al nostro udito.

Storia e utilizzo dell’aspartame

Uno dei principali sostituti dello zucchero è l’aspartame. La Food and Drug Administration (FDA) approvò per la prima volta l’uso dell’aspartame nel 1981 e il suo utilizzo nelle bevande nel 1983. Dall’approvazione dell’aspartame, la nostra società e le grandi multinazionali alimentari hanno fatto crescere il suo utilizzo in modo esponenziale. Possiamo ritrovare l’aspartame in molti alimenti etichettati come “senza zucchero” o “dietetici” e, inoltre, può essere commercializzato con nomi diversi come AminoSweet, NutraSweet, Natrataste o Spoonful.

Effetti collaterali

Sostituire lo zucchero tradizionale con l’aspartame non è la scelta migliore, infatti, alcuni componenti di questo sostituto dello zucchero (fenilalanina, acido aspartico e metanolo) sono tossici per il cervello e l’orecchio interno, due organi particolarmente sensibili alle neurotossine.

Oltre ad essere tossico, l’aspartame è noto come “neurotrasmettitore eccitatorio” perché aumenta l’attività elettrica del cervello, in particolare della corteccia uditiva. Coloro che soffrono di acufene hanno già un’elevata attività elettrica del cervello, e, poiché la riduzione dell’attività elettrica del cervello allevia l’acufene, un ulteriore aumento è l’ultima cosa di cui hanno bisogno.

La stessa FDA che ha approvato l’utilizzo dell’aspartame, tempo fa, ha pubblicato i risultati di una ricerca apparsa sul Journal of Applied Nutrition. Durante la ricerca sono state intervistate 551 persone che hanno riferito di aver subito effetti tossici dopo l’ingestione di aspartame. I dati più rilevanti riportati da questa ricerca sono che il 13% degli intervistati soffre di acufene, il 9% riporta una grave intolleranza al rumore e il 5% riferisce di avere una significativa perdita d’udito.

Evitare l’aspartame può essere un buon punto di partenza per alleviare l’acufene. Leggere attentamente le etichette di qualsiasi alimento preconfezionato ci aiuterà a capire quali alimenti contengono questo sostituto artificiale dello zucchero.

Diffida di qualsiasi cosa etichettata “senza zucchero” o “dietetico” non solo per il tuo udito, ma anche per il tuo stato di salute generale.

Ricorda, se hai problemi di udito, prenota un controllo gratuito presso uno dei centri affiliati a Specialisti dell’Udito.

PRENOTA GRATIS
un controllo dell'udito

Se hai difficoltà a compilare il modulo contattaci gratis al
Numero Verde 800 950 078 Lun-Ven dalle ore 09:00 alle 18:00

Ti potrebbero anche interessare: