Acufene

Acufene: nuove speranze per una cura definitiva

ragazza acufene
6.53Kviews

L’acufene è una condizione che causa un suono fisso o un ronzio nelle orecchie e può avere un impatto significativo sulla vita quotidiana delle persone causando difficoltà nel dormire, stati di ansia e depressione e colpisce fra il 10 e il 30% della popolazione mondiale. Purtroppo per l’acufene non c’è ancora una soluzione definitiva, ma la ricerca scientifica sta cercando di comprendere come e perché si verifica.
Attraverso uno studio condotto da alcuni ricercatori dell’Università dell’Illinois, è stato scoperto che l’acufene cronico è associato a cambiamenti che avvengono in alcune reti nel cervello. Questi cambiamenti che avvengono nel cervello portano uno stato di allerta continua, compromettendo il riposo.
Gli esperti affermano che i risultati di questo studio potrebbero portare una nuova speranza per i trattamenti futuri, perché ci potrebbe essere una misurazione oggettiva della problematica. Attualmente l’acufene non può essere misurato da alcun dispositivo di rilevazione (come ad esempio avviene per il diabete e l’ipertensione), non si capisce quale sia la fonte e quindi gli specialisti possono solo gestirne le sintomatologie.

Per lo studio, il team di esperti si è avvalso del sistema MRI (tecnica di Risonanza Magnetica per Immagini che viene utilizzata per produrre immagini ad alta definizione dell’interno del corpo umano) per analizzare le diverse aree del cervello. Attraverso lo studio, è emerso che l’acufene, o tinnitus, si verifica in una regione del cervello chiamata il precuneo. I ricercatori hanno affermato che l’acufene cronico è connesso maggiormente alla rete dorsale di attenzione: area del cervello attiva quando una persona è in stato di allerta. Nei pazienti con acufene cronico, il precuneo è più connesso alla rete di attenzione dorsale e meno connesso alla rete che lo mette in modalità predefinita o di pausa e ciò comporta uno stato continuo di allerta che non consente loro di riposare totalmente, neanche quando dormono.
Quindi, oltre a rilevare una base organica del disturbo, è stato appurato che l’acufene incide negativamente sulla qualità della vita delle persone.
In attesa di una soluzione definitiva del problema, se avete problemi di acufene, rivolgetevi al vostro centro acustico di fiducia per una terapia TRT!

Lascia una risposta

specialisti dell

specialisti dell'udito

La risposta alle tue domande
Specialisti dell'udito è una rete di professionisti distribuita su tutto il territorio nazionale, che conta circa 280 centri acustici in tutta Italia.