Apparecchi acustici

Pulizia degli apparecchi acustici: tutti quello che c’è da sapere

pulizia degli apparecchi acustici
Ecco alcuni consigli sulla pulizia degli apparecchi acustici
1.02Kviews

La pulizia degli apparecchi acustici è fondamentale per un uso corretto e duraturo dell’apparecchio stesso. Molte volte infatti, quelli che sembrano problemi di malfunzionamento sono in realtà causati dallo sporco (soprattutto il cerume) che si è accumulato sul microfono e blocca il passaggio dell’aria e quindi del suono.

L’apparecchio acustico è lo strumento che ci permette di mantenere i contatti con il mondo, di ascoltare le parole dei nostri cari e di essere autonomi nella vita di tutti i giorni. Prendersene cura ogni giorni non deve rappresentare un peso o un fastidio, soprattutto considerando che bastano pochi minuti. L’importante è farlo ogni giorno con regolarità. Consigliamo di svolgere questa operazione al mattino, prima di indossare la vostra protesi, poiché di notte il cerume che si è accumulato intorno all’apparecchio durante il giorno si solidifica e quindi diventa più facile da rimuovere.

In questo articolo vi spiegheremo come pulire gli apparecchi acustici e vi daremo alcuni consigli su come conservarli.

Come pulire gli apparecchi acustici

Il primo consiglio quando si parla di pulizia degli apparecchi acustici è quello di lavarsi bene le mani prima di cominciare ogni operazione. Può sembrare banale, ma spesso toccare l’apparecchio con le mani sporche causa più danni che miglioramenti. Poi avrete bisogno di un panno morbido asciutto con cui pulire la protesi, sia il ricevitore sia la chiocciola (se avete il modello BTE). Attenzione a non utilizzare prodotti come saponi, solventi o detersivi che utilizzate normalmente per la pulizia della casa. Potete però utilizzare lo spray contenuto nei kit di pulizia degli apparecchi acustici che spesso sono venduti insieme alla protesi.

Anche per la pulizia del tubicino potete utilizzare lo spazzolino in dotazione o altri prodotti specifici. In alternativa, una volta a settimana potete staccare il tubicino dall’apparecchio e lavarlo sotto l’acqua corrente, avendo cura di asciugarlo completamente prima di adoperarlo.

L’acqua infatti, alla pari del cerume, è il nemico principale degli apparecchi acustici. Per evitare che l’umidità danneggi la vostra protesi, evitate di utilizzarla in bagno e sotto la doccia, e di notte riponetela nella custodia aperta. Inoltre, vi consigliamo di togliere le pile e di lasciare aperto il vano per le batterie. Molti produttori vendono pasticche o contenitori da usare regolarmente per proteggere l’apparecchio, soprattutto di notte quando non lo si utilizza.

Come abbiamo visto, la pulizia degli apparecchi acustici è davvero semplice e, se fatta con regolarità, vi aiuterà a prevenire malfunzionamenti e a prolungarne la durata vitale della vostra protesi.

Lascia una risposta

specialisti dell

specialisti dell'udito

La risposta alle tue domande
Specialisti dell'udito è una rete di professionisti distribuita su tutto il territorio nazionale, che conta più di 600 centri acustici in tutta Italia.