Consigli sull’udito

Mai trattenere uno starnuto

mai trattenere uno starnuto
1.65Kviews

Questo è il periodo in cui si starnutisce di più: con l’arrivo di temperature più basse, si favorisce il raffreddamento delle mucose, il che ci induce allo starnuto.

Quante volte ci è capitato, specialmente in un luogo pubblico, di trattenere uno starnuto per evitare di attirare l’attenzione su di sé?
Ebbene, è una pratica sbagliata che tutti gli specialisti in otorinolaringoiatria sconsigliano fortemente poiché, tra le altre complicazioni, si rischia la perforazione del timpano.

«Io non consiglio la soppressione di uno starnuto con qualsiasi metodo, sia pizzicando il naso o starnutendo consapevolmente a gola chiusa», dichiara sulle pagine di Life’s little mysteries il dottor Alan Wild, medico chirurgo e professore di otorinolaringoiatra presso la Scuola di Medicina dell’Università di Saint Luis.

C’è inoltre una differenza sostanziale tra “bloccare lo starnuto” che sta per uscire e “frenare” la semplice voglia di starnutire:
«Sfregando il naso, respirando con forza attraverso il naso, e premendo sul labbro superiore sotto il naso può alleviare la voglia di starnutire, ma una volta che s’inizia a starnutire, di solito è meglio lasciare andare», aggiunge il dottor Wild.

In linea generale, quindi, non è bene bloccare uno starnuto e bloccandolo si può andare incontro a tutta una serie di rischi tra cui delle lesioni al diaframma, una rottura di un vaso sanguigno nel bianco degli occhi, ma anche una lesione all’interno dell’orecchio, che può far rompere il timpano o causare una lesione interna che può indurre vertigini o perdita dell’udito.
Il blocco violento potrebbe anche causare l’indebolimento di un vaso sanguigno del cervello e provocarne la rottura a causa del momentaneo aumento della pressione arteriosa.

Perforazione del timpano: ecco perché non tapparsi il naso

La perforazione del timpano consiste nella lacerazione della sottile membrana timpanica che separa il condotto uditivo esterno dall’orecchio medio.
La membrana timpanica vibra quando riceve onde sonore avviando il processo che trasforma l’onda sonora in un impulso nervoso che giunge al cervello.
Quando il timpano viene danneggiato, il processo uditivo viene interrotto bruscamente.
Per questo motivo, quando si starnutisce è bene non trattenere lo starnuto chiudendo la bocca e il naso, poiché si attiverebbe un meccanismo di aumento improvviso della pressione dell’aria nel condotto uditivo che potrebbe determinare una lacerazione della membrana timpanica.
In pratica, ciò che specialisti suggeriscono è semplicemente usare un pò di buon senso, porgendo un fazzoletto davanti al naso e lasciare che lo starnuto segua il suo flusso naturale.

Lascia una risposta

specialisti dell

specialisti dell'udito

La risposta alle tue domande
Specialisti dell'udito è una rete di professionisti distribuita su tutto il territorio nazionale, che conta più di 600 centri acustici in tutta Italia.