Curiosità sull’udito

Videogiochi e udito

videogiochi e udito
151views

Ci sono molti modi per danneggiare l’udito e, una delle cause più comuni di perdita uditiva, può essere identificata nella lunga esposizione a rumori forti e fastidiosi.
Ci sono i classici “luoghi comuni” (da non sottovalutare, ovviamente! Ndr.) come concerti, lavoro in fabbrica, e musica troppo alta.

Ma c’è qualcosa che fino ad ora è sfuggito alla maggioranza degli studiosi: come l’industria dei videogames metta a rischio ogni giorno l’udito, quello di giovani (in particolare quelli nella fascia compresa tra i 14 e 35 anni) e giovanissimi (a partire già dai 5 anni!).
Infatti se proviamo a rifletterci, giocare ad un videogame ci espone a tutti i problemi che abbiamo poc’anzi anticipato: ore di esposizione in un ambiente pieno di suoni, volume alto (per creare la giusta atmosfera) e l’uso di cuffie stereo “chiuse” poggiate a lungo sulle orecchie…tutto questo può creare un significativo danno alle orecchie dei players.

Come puoi sapere se il tuo udito o quello di un tuo caro sono a rischio?

Ci sono molti modi per scoprirlo, ma è bene capire e discutere delle ragioni che provocano la perdita di udito.
L’orecchio è una struttura complessa, costituita di parti delicate che sono molto sensibili alle vibrazioni, queste ultime trasformate poi in informazioni-sonore per il nostro cervello.
Ma quali possono essere i danni dovuti ad una lunga esposizione a forti vibrazioni sonore?
Il rumore arriva all’orecchio, il timpano vibra e crea vibrazioni nella coclea, dove ci sono piccoli peli che captano le vibrazioni e inviano le informazioni al cervello che le interpreta. Questi piccoli peletti presenti nell’orecchio sono molto importanti e sono proprio questi che vengono danneggiati dalla lunga esposizione a suoni forti.
Una esposizione a rumore intenso infatti, protratta per un periodo relativamente breve, fà sì che questi piccoli recettori presenti all’interno della coclea, anche se danneggiati dopo poco tempo si riparino da soli.
Ma se l’esposizione perdura a lungo nel tempo, questo processo di risanamento non avviene più così repentinamente, fino a rallentarsi e a fermarsi del tutto.
Questo è ciò che accade dopo l’utilizzo di cuffie stereo “chiuse” (ovvero quelle che isolano completamente le orecchie dall’ambiente esterno) per lungo tempo sulle orecchie.

Sono un soggetto a rischio? Ecco la regola degli 85db

L’uso degli auricolari e delle cuffie “chiuse” stanno creando pericolosi rischi per i giocatori di videogames in quanto il volume può arrivare fino a livelli che l’orecchio umano non può sopportare.
Un indicatore che può farti capire se sei un soggetto a rischio è la risposta del tuo orecchio dopo esserti “disconnesso” dal gioco: se continui ad avere un udito ovattato oppure senti strani ronzii e fischi nelle orecchie, potresti essere a rischio di danno permanente alla coclea.
La regola generale è che 85 decibel siano da considerare una soglia massima oltre la quale si causano danni permanenti all’udito.

Ad 85db infatti sono necessarie approssimativamente 8 ore per causare un danno ma, ad ogni 3 decibel oltre tale soglia, quel tempo si dimezza!
Ciò vuol dire che:
• ad 88db il danno permanente avviene dopo 4 ore
• a 91db il danno permanente avviene dopo 2 ore
• a 94db il danno permanente avviene dopo 1 ora…
Quindi se pensi di giocare per svariate ore, ti conviene tener sempre presente questa regola.

Ascoltare in sicurezza: come proteggere attivamente le tue orecchie?

Innanzitutto, a prescindere che siano cuffie stereo “chiuse” (quelle grandi che inglobano le orecchie), auricolari o le casse stereo, conviene sempre avere un volume del suono inferiore al 60%.
Come tutti noi abbiamo potuto imparare, ognuno ha un udito differente e quindi è impossibile generalizzare ed arrivare ad una formula specifica per il “calcolo del volume di ascolto massimo”, ma tenersi al di sotto della soglia del 60% è una buona regola valida per la maggior parte di noi.
Altra regola d’oro da non sottovalutare è quella di fare una lunga pausa tra una sessione e l’altra: è importante per riposare tanto gli occhi quanto il proprio udito.
Inoltre, se indossi degli auricolari (come quelli del tuo smartphone) e non senti alcun suono dall’esterno, probabilmente il volume è già troppo alto ed avrà superato la soglia degli 85db.
Mentre sei impegnato a sparare ed uccidere nemici, non lasciare che il gioco uccida le tue orecchie.

Lascia una risposta

specialisti dell

specialisti dell'udito

La risposta alle tue domande
Specialisti dell'udito è una rete di professionisti distribuita su tutto il territorio nazionale, che conta circa 280 centri acustici in tutta Italia.