Eventi

Viaggio nei Fori: fruizione accessibile del patrimonio culturale

viaggio nei fori
434views

Ancora una volta, torniamo a parlare di fruizione accessibile del patrimonio culturale, perché un’esperienza di rilievo ci arriva, stavolta, proprio dalla nostra capitale.

Per il quarto anno di seguito, infatti, riparte a Roma Viaggio nei Fori, il progetto di valorizzazione dei Fori Imperiali prodotto da Zetema Progetto Cultura, a cura di Piero Angela e Paco Lanciano. Il percorso prevede la riscoperta della romanità e, in particolare, della figura dell’imperatore Augusto, attraverso il riuso creativo dei resti, la ricostruzione fedele dei luoghi e gli effetti speciali di videomapping.

Ma la novità dell’edizione di quest’anno, che si svolgerà dal 13 aprile fino al 30 ottobre, è la collaborazione con Orpheo, azienda specializzata nella produzione di tecnologie avanzate in grado di rendere i musei e i siti culturali accessibili a tutti i visitatori. Un’accessibilità che tiene conto dei bambini, delle persone anziane e anche delle persone che hanno un deficit visivo o uditivo.

Per Viaggio nei Fori, l’azienda ha fornito soluzioni tecnologiche all’avanguardia, che consentono una sincronizzazione automatica tra commento sonoro dell’audioguida e videomapping in 3D proiettato sulle rovine dell’area archeologica. Le tracce audio si attiveranno automaticamente ogni volta che il visitatore raggiungerà uno dei punti di interesse del percorso, senza che egli debba premere alcun tasto. Un simile funzionamento delle audioguide facilita senza dubbio i visitatori con difficoltà motoria.

E per i turisti ipoudenti?

Per i visitatori che indossano apparecchi acustici, Orpheo metterà a disposizione dei cavi a induzione in grado di sintonizzarsi direttamente col dispositivo. Ciò consente di evitare il problema della sovrapposizione delle cuffie all’apparecchio, che in genere provoca fastidi e rumori di fondo, e permette al visitatore di ricevere un suono nitido e privo di suoni esterni.

Le tecnologie di Viaggio nei Fori si inscrivono nel progetto Arte per tutti, il programma che l’azienda ha dedicato all’accessibilità museale per la fruizione accessibile del patrimonio culturale italiano. L’obiettivo del progetto è quello di svolgere un’attività di sensibilizzazione che sia in grado di formare dei portatori di interesse; in modo che questi ultimi agiscano nel mondo della cultura, dei beni culturali e del terzo settore svolgendo attività di comunicazione e dando visibilità alle buone pratiche di accessibilità dei beni culturali.

Lascia una risposta

specialisti dell

specialisti dell'udito

La risposta alle tue domande
Specialisti dell'udito è una rete di professionisti distribuita su tutto il territorio nazionale, che conta più di 600 centri acustici in tutta Italia.