Problemi di udito

Cos’è la presbiacusia: cause e sintomi

1.03Kviews

Con il progredire degli anni, la capacità di sentire diminuisce gradualmente. Questo processo biologico porta a un problema uditivo neurosensoriale noto come perdita dell’udito correlata all’età o presbiacusia.

La presbiacusia è la terza condizione di salute cronica più comune tra gli anziani e colpisce di solito entrambe le orecchie allo stesso modo. Mentre gli uomini sviluppano una perdita uditiva sulle alte frequenze, le donne mostrano per lo più una perdita dell’udito su quelle basse.

Presbiacusia: cause ed effetti

Piccole cellule che rivestono il fondo della coclea nell’orecchio interno ci aiutano a sentire. Man mano che invecchiamo, queste cellule, dette anche cellule ciliate, vengono danneggiate e gradualmente muoiono, portando alla presbiacusia. Questo è un disturbo permanente in quanto le cellule ciliate danneggiate non si riproducono.

Sebbene l’invecchiamento sia il fattore principale che causa la presbiacusia, altri fattori come l’ipertensione, il diabete, i farmaci tossici per le cellule sensoriali, il fumo, l’esposizione prolungata a forti rumori e fattori ereditari contribuiscono a questa condizione. La maggior parte degli anziani con una perdita dell’udito presenta una combinazione di fattori: età ed esposizione prolungata ai rumori.

Sintomi

Poiché la presbiacusia avviene in maniera graduale, non può essere facilmente riconosciuta.

I sintomi riscontrabili sono i seguenti:

  • Spesso si chiede di ripetere ciò che l’interlocutore dice;
  • Difficoltà nella comprensione del parlato quando si è in luoghi rumorosi;
  • Difficoltà nel tenere il passo con le conversazioni di gruppo;
  • Sentire il bisogno di concentrarsi di più durante l’ascolto;
  • Il volume della tua TV / musica sembra troppo alto per chi sta accanto;
  • Difficoltà nella comunicazione telefonica;
  • Difficoltà nel distinguere suoni acuti come “s” o “th”;
  • Una voce maschile sembra più udibile del femminile;
  • Alcuni suoni sembrano troppo rumorosi e irritanti;
  • Acufene nell’orecchio.

Tipologie di presbiacusia

A seconda della parte del sistema uditivo che viene danneggiata o della fonte di danno, la presbiacusia può essere suddivisa in quattro tipi, come segue:

  1. Presbiacusia sensoriale: quando gli individui perdono improvvisamente l’udito nell’intervallo di frequenza di 4 kHz. Tipicamente, la degenerazione cellulare sensoriale avviene all’estremità basale della coclea. Le cellule ciliate esterne vengono colpite per prime.
  2. Presbiacusia neurale: in questo caso, l’entità della perdità uditiva, è proporzionale all’aumento della frequenza del suono.
  3. Presbiacusia metabolica: la perdita dell’udito può iniziare all’età di 30 anni e progredire gradualmente. La degenerazione della stria vascolare può disturbare la funzione dell’orecchio, causando presbiacusia metabolica.
  4. Presbiacusia meccanica: questo tipo di presbiacusia si verifica a causa dei cambiamenti nelle proprietà meccaniche della membrana basilare della coclea, come l’ispessimento, e la visualizzazione di depositi di materiale calcificato. I cambiamenti nelle cellule ciliate o nei neuroni sensoriali non si verificano in questo caso.
  5. Presbiacusia mista e presbiacusia intermedia: Se si verifica una combinazione di tutti e quattro i principali tipi di presbiacusia, essa è definita è mista.

Fare una diagnosi in tempi veloci, può rivelarsi la soluzione più idonea per poter migliorare la qualità della tua vita! Prenota un controllo gratuito.

Lascia una risposta

specialisti dell

specialisti dell'udito

La risposta alle tue domande
Specialisti dell'udito è una rete di professionisti distribuita su tutto il territorio nazionale, che conta più di 600 centri acustici in tutta Italia.