Tuba uditiva

335views

La tuba uditiva, meglio nota come tromba di Eustachio, è una parte dell’orecchio medio e collega quest’ultimo con la parte superiore della faringe. La tuba porta il nome dell’anatomista italiano, Bartolomeo Eustachi, che teorizzò lo studio di questa sezione corporale; Eustachi fu infatti inventore dell’anatomia sottile, l’antecedente metodo all’anatomia microscopica.

La tuba uditiva, benché sia composta per un terzo da tessuto osseo e per i restanti due terzi da tessuto cartilagineo, è un organo molto delicato e facilmente può andare incontro a malfunzionamenti causando differenti sintomi. La tromba di Eustachio è un tubicino che collega l’orecchio medio al naso, la sua funzione principale, difatti, è quella di garantire un continuo flusso di aria nell’orecchio medio. L’inalazione continua dell’aria è necessaria per l’espletazione di diversi compiti:

Compensare la pressione esercitata sul timpano dall’aria esterna per creare condizioni di uguale spinta pressoria sulla membrana timpanica da ambo i suoi lati. In tal modo la membrana del timpano può vibrare in condizioni ottimali così da portare inalterato lo stimolo meccanico fino alle cellule ciliate dell’orecchio interno, ossia le cellule responsabili della trasduzione meccano-elettrica dello stimolo dell’onda sonora di modo che possa essere convertita in stimolo nervoso ed essere così poi trasmessa all’area cerebrale deputata al suono e al linguaggio tramite il nervo acustico;
Impedire che i rumori corporei possano andare a battere direttamente sulla membrana timpanica, l’aria crea un attrito che “attutisce” il suono creato normalmente dal corpo;
Evitare che gli agenti patogeni che entrano in contatto con la faringe possano giungere all’orecchio medio
Permettere che il muco presenta normalmente sulla tuba segua il corretto deflusso.
Quest’ultima funzione è molto importante per la salute dell’orecchio poiché la tuba uditiva costituisce il solo canale di pulizia per tutte le secrezioni che si creano nell’orecchio medio. Se tali secrezioni ristagnassero nell’orecchio, creerebbero una disfunzione che potrebbe comportare ipoacusia trasmissiva o acufene.

Lascia una risposta

specialisti dell

specialisti dell'udito

La risposta alle tue domande
Specialisti dell'udito è una rete di professionisti distribuita su tutto il territorio nazionale, che conta più di 600 centri acustici in tutta Italia.