Aiuta un tuo caro

Aiutare un familiare con problemi di udito attraverso il dialogo

Le difficoltà uditive sono molto più comuni di quello che si pensa: con molte probabilità, ognuno di noi ha un familiare con problemi di udito. Tuttavia, non sempre la persona coinvolta si accorge di avere un problema: per lui o per lei può essere normale ascoltare la tv ad un volume molto alto o non accorgersi del cellulare che squilla. Oppure, come accade nella maggior parte dei casi, la persona è consapevole delle sue difficoltà uditive ma non vuole ammettere di averle. Ciò capita soprattutto alle persone anziane, che hanno timore di essere abbandonate o trattate come malate.

Per questo motivo, aiutare un familiare con problemi di udito è un compito difficile, in cui bisogna dosare discrezione e interessamento, gentilezza e fermezza. Il dialogo è sempre la scelta migliore. Prendetevi del tempo per parlare con i vostri genitori o i vostri nonni e spiegate loro che la perdita di udito non è sinonimo di un deficit cognitivo, ma solo un fenomeno dovuto all’avanzamento dell’età. Non è la mente ad avere dei problemi, ma “soltanto” le orecchie.

Una volta riconosciuto e accettato il problema, fategli sapere che esistono anche dei trattamenti efficaci per affrontarlo. Essere positivi in questa fase del dialogo è molto importante: sarà più facile ammettere di avere un problema se si è fiduciosi che questo problema possa essere gestito.

Il trattamento più efficace è rappresentato dagli apparecchi acustici. Se il vostro familiare con problemi di udito si mostrerà scettico o prevenuto, potete mostrargli tantissime “prove” a loro vantaggio. Basta una semplice ricerca in internet e qualche foto per vedere di persona che gli apparecchi acustici moderni sono piccoli e discreti, quasi invisibili, e possono essere indossati senza che gli altri si accorgano della loro presenza.

L’importanza del controllo dell’udito per aiutare un familiare con problemi di udito

Il secondo passo da compiere per aiutare un familiare con problemi di udito è accompagnarlo a fare una visita di controllo. Forse è il passo più difficile da compiere, ma anche in questo caso potete seguire i nostri consigli.

Ad esempio, potete offrirvi non solo di accompagnarlo, ma anche di sottoporvi al controllo insieme a lui. Il test dell’udito infatti andrebbe effettuato almeno una volta all’anno quando si superano i 50. Inoltre, prima si interviene sul problema di udito, maggiori sono le risposte efficaci al trattamento.
Presso i nostri centri acustici affiliati il controllo dell’udito è gratuito: puoi prenotarlo per te e per un tuo familiare con problemi di udito.