Sordità

Sordità improvvisa: possibili cause e trattamenti

sordità improvvisa
1.73Kviews

La sordità improvvisa è una repentina perdita dell’udito che, nella maggior parte dei casi, colpisce un solo orecchio; può regredire totalmente o parzialmente e, in alcuni casi, cronicizzarsi. Questo disturbo, frequente in uguale percentuale sia tra gli uomini che le donne, insorge in maniera improvvisa, in un massimo di dodici ore, spesso accompagnato da acufeni e vertigini. Mediamente colpisce ogni anno una persona su 5.000, soprattutto nella fascia d’età tra i 30 e i 50 anni.

Diagnosi

La sordità improvvisa è un’ipoacusia di tipo neurosensoriale, per cui, per la diagnosi, sono da escludere patologie a carico dell’orecchio esterno o medio e cause ostruttive. L’eziopatogenesi della sordità improvvisa è molto spesso di difficile accertamento, per cui, specialmente quando la causa non è stata ancora definita, la terapia più comune è a base di corticosteroidi, sotto forma di pillole o di iniezioni intratimpaniche, per attenuare lo stato infiammatorio. Nelle forme sintomatiche, invece, tra le principali cause delle sordità improvvise si possono annoverare:

– labirintiti virali e infettive

– labirintopatie vascolari

– forme traumatiche

– Malattie autoimmuni

– Forme neoplastiche

– Disturbi neurologici, come la sclerosi multipla

– Disturbi dell’orecchio interno, come la sindrome di Ménière

La forma più comune di sordità improvvisa è di tipo infettivo, infatti, una percentuale di pazienti che si aggira tra il 20 – 30% riferisce di un episodio di infezione delle prime vie aeree respiratorie nei 30 giorni precedenti all’episodio.

Per un decorso favorevole è fondamentale un trattamento precoce della sordità improvvisa. E’ consigliabile, quindi, un’immediata ospedalizzazione per repentini controlli da parte dell’otorinolaringoiatra e dell’audiologo. Di fondamentale importanza è sottoporsi ad un esame audiometrico e ad un’approfondita anamnesi per rilevare infezioni pregresse o particolari patologie. Tra gli elementi aggravanti, sicuramente la presenza di malattie a carico dell’apparato circolatorio e il diabete contribuiscono a rendere il decorso più ostico e il recupero dell’udito più difficoltoso.

Lascia una risposta

specialisti dell

specialisti dell'udito

La risposta alle tue domande
Specialisti dell'udito è una rete di professionisti distribuita su tutto il territorio nazionale, che conta più di 600 centri acustici in tutta Italia.