Problemi di uditoSordità

La sordità rinogena: cause e terapie

2.37Kviews

La sordità rinogena indica un’ipoacusia trasmissiva di vario grado, conseguente ad un’otite siero-mucosa che si diffonde attraverso un processo di tipo infiammatorio presente nella mucosa nasofaringea.

Questa particolare patologia si caratterizza per la presenza di un liquido nella cavità dell’orecchio medio e di solito, la frequenza della sordità rinogena risulta più elevata nell’età infantile e nell’età avanzata.

La prima avvertenza della perdita di udito rinogena è la percezione di suoni penetranti durante la deglutizione o la sbadiglio, che successivamente possono trasformarsi in una graduale perdita della capacità uditiva, resa ancora più fastidiosa dalla sensazione di occlusione nell’orecchio o da un ronzio persistente.

Quali sono le cause e le terapie della sordità rinogena?

Molteplici sono le cause della sordità rinogena e variano a seconda del soggetto che ne soffre.

Nei bambini, ad esempio, le cause più comuni sono riconducibili all’allergia nasale e all’ipertrofia adenoida con adenoiditi croniche; negli adulti, invece, la sordità rinogena può essere determinata da sinusite, rinite e faringite e deviazioni del setto nasale.

Esistono, tuttavia, possibili terapie riguardo il trattamento della sordità rinogena, come:

  • La terapia farmacologica che prevede l’assunzione di antibiotici, mucolitici e decongestionanti nasali;
  • La terapia termale che rappresenta la pratica medicale più antica, risulta ancora molto efficace grazie alle caratteristiche idrogeologiche dei territori in cui è elevata la presenza di stazioni termali.
    Di solito, vengono applicate insufflazioni endotimpatiche che utilizzano il gas ricavato dalle acque termali ed è diretto verso le vie uditive e l’orecchio medio.
    Le terme, infatti, sono un’importante risorsa per la prevenzione e la cura di molte patologie.
    Nonostante si tratti di una terapia naturale ha delle potenzialità ai fini di un ottimo recupero del paziente, senza necessariamente comportarne l’assunzione di specifici farmaci.

L’adozione di una terapia farmacologica o termale e in casi eccezionali chirurgica, è fondamentale per evitare l’insorgenza di conseguenze irreversibili che possono sfociare in una grave otite media catarrale timpanosclerotica o comportare danni ai bambini più piccoli come difficoltà nel parlato.

Questo tipo di ipoacusia non è cronica, pertanto, un tempestivo intervento potrebbe subito consentire la risoluzione di tale problema uditivo.

Prenota un test dell’udito presso uno dei nostri centri acustici e scopri il tuo stato attuale di salute uditiva.

Lascia una risposta

specialisti dell

specialisti dell'udito

La risposta alle tue domande
Specialisti dell'udito è una rete di professionisti distribuita su tutto il territorio nazionale, che conta circa 280 centri acustici in tutta Italia.